Aumentare il tasso di apertura delle Tue newsletters

Aumentare il tasso di apertura delle Tue newsletters

Siamo sicuri che i messaggi che invii ai tuoi Clienti, sono ben strutturati ed accattivanti, allo stesso tempo l’oggetto che porta l’apertura, e quindi alla lettura, del messaggio è altresì studiato con cura? Perchè è qui che inizia la vera sfida affinché i tuoi Clienti aprano e leggano il messaggio che hai preparato.

Le statistiche ci insegnano ormai che:
.- il 52% dei destinatari contrassegna il messaggio come spam in base all’oggetto.
.- il 27% dei destinatari contrassegna il messaggio come spam in base al contenuto del messaggio oppure in base al mittente.
.- il 21% dei destinatari legge il messaggio in relazione all’oggetto.

Ecco perchè l’oggetto del tuo messaggio deve essere studiato con attenzione.

Circa il 90% degli Imprenditori dichiara che la comunicazione a mezzo email è il metodo che preferiscono per comunicare con il propri Clienti o potenziali tali.

Veniamo a qualche consiglio utile, per strutturare un oggetto che possa aumentare il tasso di apertura dei tuoi messaggi:
1. Oggetto che suscita curiosità: non dire tutto nell’oggetto, crea una sorta di curiosità, interesse, in modo che il lettore porti lo sguardo sul contenuto del tuo messaggio. Un modo per creare interesse, curiosità potrebbe essere quello di inserire una domanda nell’oggetto, ad esempio: “Cosa sta succedendo a Facebook?”
2. Urgenza, rarità, limitazione sono altre sensazioni importanti che posso far scattare un aumento nel tasso di apertura fino al 20% in più! Ad esempio: “40% di sconto per la tua vacanza, solo oggi”
3. Oggetto che offre qualcosa a titolo gratuito (realmente): in questo modo, portando all’apertura del messaggio, potrai aumentare anche le possibilità di vendere altri prodotti o servizi.
4. Oggetti personalizzati per i tuoi Clienti: mantenendo un rapporto diretto, personale, con i tuoi Clienti avrai la possibilità di aumentare sia la qualità di apertura dei link dei tuoi messaggi, e soprattutto, la conversione, ossia il raggiungimento degli obiettivi dei tuoi messaggi.
5. La sete di informazione ormai ci segue ovunque, crea quindi oggetti delle tue newsletters con news attuali, titoli di notizie importanti (no alle fake news o scherzi, quando si lavora i Clienti non vogliono perdere tempo…)
6. Oggetto Social è sicuramente fai il pieno di conversioni. Un esempio: “32.215 utenti attivi, e Tu non ci sei? Cosa aspetti?”
7. Oggetto per campagne di remarketing o retargeting: tieni sotto controllo la qualità della spesa sul tuo sito da parte dei tuoi Clienti e soprattutto corri dietro a tutti quei carrelli abbandonati, e potrai sicuramente aumentare le conversioni sia delle newsletters e di conseguenza del tuo business. Ad esempio: “Il tuo carrello ti aspetta… con una sorpresa” e magari, aggiungi nel carrello un piccolo sconto oppure la consegna ad un 1€ invece della tariffa piena.
8. Comunica con un oggetto professionale, ad esempio: “5 consigli utili per non commettere i miei errori”

La comunicazione a mezzo email risulta il sistema meno oneroso è più efficace di molti altri, ma come ogni strumento di lavoro, deve essere utilizzato nel migliore dei modi, partendo proprio dall’oggetto, perché è la prima cosa che leggono i tuoi destinatari, ed è grazie all’oggetto che decideranno di leggere o meno il tuo messaggio.

Sei interessato ad approfondire?

Se questo articolo ha suscitato interesse e sei interessato ad una consulenza, scrivici oppure chiama il nostro Team, saremo lieti di supportarTi.