eCommerce: in Italia si sfiorano i 20 miliardi di Euro

eCommerce: in Italia si sfiorano i 20 miliardi di Euro

In Italia, l'eCommerce B2C, cresce anche nel 2016, raggiungendo un +18%, sfiorando un giro di affari pari a circa 20 miliardi di €, mercato sviluppato tra podotti e servizi, rispettivamente 9 miliardi e 10,6 miliardi. Il mercato principale che traina il mercato eCommerce è il Turismo, con una crescita del 10%, a questo mercato si aggregano in forte crescita: Abbigliamento, Elettronica di consumo. Emergono nuovi mercati in pieno fermento: Arredamento, Food, Home living, Beauty e Giocattoli, che tutti assieme sviluppano circa 1,5 miliardi di euro. I dati ci giungono direttamente dalla School of Management del Politecnico di Milano e da NetComm.

I mercati stranieri come Francia, Germania e Regno Unito raggiungono volumi fino a quattro volte quelli italiani, dove la penetrazione dell'eCommerce si attesta al 5% rispetto al totale vendite in ambito retail. Per poter migliorare e raggiungere volumi più interessanti di mercato, sono necessarie capacità di investimento ed innovazione tecnologica al fine di rendere più fruibile, sicuro e semplice l'esperienza di acquisto da parte dell'utente. Tutti gli attori devono fare la loro parte, partendo dagli operatori tradizionali che devono osare in innovazione, sfruttare la base clienti a loro disposizione, utilizzare il patrimonio informativo che hanno sulle abitutidini di acquisto dei loro clienti e rafforzare i punti vendita sul territorio, ma soprattutto trasmettere una approfondita conoscenza del mercato e dei propri prodotti. Solo in questo modo si può vincere nel mercato digitale dell'eCommerce.

Roberto Liscia, Presidente Nectcomm dichiara che il 2016 è stato un anno importante per l'eCommerce italiano, nel quale si sono affermati nuovi modelli di business e nuovi comportamenti degli shopper. Chi acquista online confronta i prodotti sia sul canale fisico che in quello online utilizzando smartphone e pc.

Nel 2016 gli acquisti online da smartphone sfiorano i 3.3 miliardi di Euro, un balzo del 63% rispetto al 2015. Un mercato triplicato negli ultii tre anni, confermando l'importanza di questo canale per il consumatoe finale. Per la vendita di prodotti il ruolo importante è costituito da siti con modelli di business in cui viene evidenziato l'istante di acquisto e le iniziative, siti in cui si offre una customer e user experience funzionale e semplice. Per i servizi, invece, il mercato è dettato da prenotazioni di alloggi ed acquisto di biglietti per il trasporto aereo e ferroviari.

Gli shopper in Italia raggiungono un bacino complessivo decisamente basso rispetto ai principali mercati eCommerce europei, basti pensare che in Germania sono circa 55 milioni, in Gran Bretagna 48 milioni e in Francia circa 41 milioni. In Italia sono appena12,9 milioni gli shopper che fanno acquisti online.

Ridurre il gap tra il mercato eCommerce italiano e quelli europei, è possibile ed è necessaria la volontà di tutti gli attori interessati.

Sei interessato ad approfondire?

Se questo articolo ha suscitato interesse e sei interessato ad una consulenza, scrivici oppure chiama il nostro Team, saremo lieti di supportarTi.